ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI

00165 ROMA -- PALAZZO CORSINI -- VIA DELLA LUNGARA, 10

CONCORSO A UNA BORSA DI STUDIO <<LUCA BARONE>> PER IL 1998-99

Con il reddito dei fondi messi a disposizione dai Signori Giovanna Biraghi Lossetti e Mario Barone, al fine di onorare la memoria del figlio Luca Barone tragicamente scomparso in un incidente aereo, l'Accademia Nazionale dei Lincei bandisce un concorso a una borsa di studio indivisibile di L. 5.000.000 per l'anno accademico 1998-99 a favore di studenti regolarmente iscritti, per il predetto anno accademico, a uno degli ultimi tre anni del corso per il conseguimento della laurea in Scienze biologiche nelle Università statali di Roma.

I concorrenti devono inviare alla Segreteria dell'Accademia Nazionale dei Lincei - Via della Lungara 10 - 00165 Roma, entro il 30 novembre 1998 (data del timbro postale) la domanda in carta libera, diretta al Presidente dell'Accademia, con i propri dati anagrafici, l'indicazione delle votazioni riportate in tutti gli esami sostenuti e l'anno di corso al quale sono iscritti.

Su tale domanda deve inoltre risultare la dichiarazione che gli esami sostenuti sono effettivamente tutti quelli previsti dal piano di studio consigliato o approvato dalla Facoltà per gli anni di corso precedenti quello d'iscrizione per l'anno accademico 1998-99. Nella eventualità che la predetta dichiarazione non figuri tra i documenti oppure risulti incompleta, la domanda stessa non potrà essere accettata.

I concorrenti potranno allegare anche qualsiasi altro titolo ritengano di produrre.

Non è ammessa la presentazione di domande o lavori fatta personalmente negli Uffici dell'Accademia da parte degli interessati o di persona da loro incaricata.

La Commissione giudicatrice è composta di tre membri nominati dalla Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali dell'Accademia dei Lincei dei quali due scelti tra i Soci della Categoria di Scienze Biologiche e Applicazioni e uno tra i docenti delle Facoltà di Scienze delle Università di Roma.

La Commissione giudicatrice della borsa, graduati i concorrenti in base alla documentazione presentata, potrà sottoporre quelli recanti titoli adeguati ad un colloquio per la scelta definitiva. A parità dì merito saranno preferiti i candidati che stiano elaborando una tesi di laurea nel campo della psicobiologia.

Il giudizio della Commissione è inappellabile.

La predetta borsa di studio non è cumulabile con borse eventualmente concesse al vincitore da altri Enti, né con assegni o sovvenzioni di analoga natura. Tale borsa non può essere cumulata neppure con stipendi o retribuzioni di qualsiasi tipo, derivanti da rapporti di lavoro pubblico o privato.

Al termine dell'anno accademico l'assegnatario deve presentare un certificato comprovante gli esami superati e le votazioni riportate.

Il vincitore della borsa deve far pervenire alla Segreteria dell'Accademia, entro 20 giorni dalla data del conferimento, una lettera di accettazione della borsa stessa con i seguenti documenti:

a) certificato di cittadinanza italiana e certificato penale in data non anteriore a quella di pubblicazione del presente bando;

b) dichiarazione comprovante il possesso dei suddetti requisiti relativi alla non cumulabilità della borsa;

c) certificato di studio comprovante le votazioni riportate in tutti gli esami relativi agli anni di corso universitario.

La Commissione può anche non assegnare la borsa messa a concorso ove, a suo giudizio inappellabile, non giudichi alcun concorrente meritevole. In tal caso la borsa non assegnata, è messa a concorso l'anno successivo.

A tutti i concorrenti sarà inviata una copia della relazione.

Roma, 10 luglio 1998

 

IL PRESIDENTE
Edoardo Vesentini