ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI

00165 ROMA - PALAZZO CORSINI VIA DELLA LUNGARA, 10

BANDO DI CONCORSO

AL PREMIO "GIUSEPPE E PAOLO GATTO" PER IL 2000

 

L'Accademia Nazionale dei Lincei ha istituito il Premio scientifico Giuseppe e Paolo Gatto allo scopo di riconoscere e incoraggiare l'opera di giovani studiosi italiani e stranieri che abbiano ottenuto risultati significativi nei seguenti campi di ricerca, banditi in alternanza: 1) Venezia, la sua laguna, l'entroterra e i litorali sotto il profilo geologico, fisico, biologico ed idraulico, cioè le problematiche stabilite a suo tempo per il Premio Paolo Gatto, ora confluito in questo nuovo Premio in ricordo dei due Fratelli; 2) la catena alpina, la pianura padana e i loro rapporti con l'Appennino settentrionale sotto il profilo delle scienze geologiche di base e delle loro applicazioni nel campo geologico-ambientale, temi di ricerca sviluppati da Giuseppe Gatto.

Per il 2000, l'Accademia bandisce un concorso al Premio "Giuseppe e Paolo Gatto", di lire 5.000.000, riservandolo al tema n. 2 (la catena alpina ecc.); il prossimo concorso sarà destinato al tema n. 1 (Venezia ecc.).

Possono concorrere al Premio studiosi che alla data di scadenza del presente bando non abbiano compiuto il 35° anno di età. Sono esclusi dalla partecipazione al concorso i professori ordinari di Università.

Coloro che intendano concorrere al suddetto Premio debbono inviare entro il 31 marzo 2000 (data del timbro postale) la domanda di ammissione in carta libera diretta al Presidente dell'Accademia. Tale domanda deve essere indirizzata alla Segreteria dell'Accademia Nazionale dei Lincei - Via della Lungara, 10 - 00165 Roma - e ad essa debbono essere uniti:

 

a) una copia dei lavori inediti o pubblicati successivamente al 31 dicembre 1998. Non saranno ammessi al concorso lavori già premiati; il candidato dovrà pertanto presentare una specifica dichiarazione in proposito;

b) un breve curriculum scientifico;

c) un elenco delle opere trasmesse dal quale risulti chiaramente il titolo di ciascun lavoro, l'editore e l'anno di pubblicazione.

 

Nella domanda il concorrente, sotto la propria responsabilità, dovrà altresì indicare i dati anagrafici e dichiarare che non è professore ordinario di Università.

Non è ammessa la presentazione di domande e lavori fatta personalmente negli Uffici dell'Accademia da parte degli interessati o di persona da loro incaricata.

La Commissione giudicatrice è composta di cinque membri designati dalla Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali dei quali almeno tre Soci Nazionali o Corrispondenti dell'Accademia.

Le proposte della Commissione saranno sottoposte all'approvazione della Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali e a quella dell'Assemblea delle Classi riunite dell'Accademia.

Il Premio è indivisibile. Se il lavoro o il gruppo di lavori giudicato meritevole del Premio è in tutto o in parte il frutto della collaborazione di più autori, dei quali solo uno partecipa al concorso, la Commissione ha la facoltà di proporre il conferimento del Premio a detto autore quando una precisa dichiarazione, sua e dei suoi collaboratori, indichi chiaramente quale è il contributo dato dal concorrente per il lavoro o il gruppo di lavori presentati; nel caso contrario, la proposta di assegnazione del Premio deve concernere impersonalmente il lavoro o il gruppo di lavori reputato meritevole.

Il Premio sarà conferito nell'Adunanza solenne di chiusura dell'anno accademico, nel giugno 2000.

 

IL PRESIDENTE

EDOARDO VESENTINI

Roma, 18 febbraio 2000