ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI

Via della Lungara, 10 - 00165 ROMA

 

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO A FAVORE DI STUDIOSI ITALIANI CHE SI RECHINO IN GRAN BRETAGNA IN BASE AGLI ACCORDI FRA L'ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI E LA ROYAL SOCIETY.

 

Art. 1. Natura ed ammontare delle borse

 

L'Accademia Nazionale dei Lincei bandisce un concorso a borse di studio a favore di studiosi italiani che si rechino in Gran Bretagna per periodi di ricerca nelle discipline comprese nella Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali.

Per l'anno accademico 2000-2001 le borse sono destinate alle seguenti discipline:

Meccanica; Fisica; Geologia e Paleontologia; Fisiologia.

La durata di ciascuna borsa è fissata in 5 mesi per un importo di L. 13.000.000 lordi.

Le borse non sono cumulabili con altre borse o assegni di carattere similare.

L'importo della borsa verrà corrisposto al borsista in due soluzioni: la prima anticipatamente e la seconda dopo tre mesi dietro invio, da parte del responsabile della ricerca, di un attestato di frequenza e di profitto.

 

Art. 2. Domande

Possono concorrere tutti coloro che abbiano conseguito il dottorato di ricerca e che siano laureati da non più di dieci anni alla data di scadenza del concorso. Possono altresì concorrere coloro che, pur non avendo conseguito il dottorato, abbiano svolto attività di ricerca debitamente comprovata da pubblicazioni scientifiche su riviste a diffusione internazionale apparse negli ultimi cinque anni.

Il candidato è tenuto a compilare integralmente l'apposito modulo-domanda.

Le domande, unitamente a tutta la documentazione, devono essere inviate alla Segreteria dell'Accademia Nazionale dei Lincei entro il 31 ottobre 2000 (data del timbro postale).

Non possono usufruire della borsa studiosi che già si trovino in Gran Bretagna a qualsiasi titolo.

Non è ammessa la presentazione di domande effettuata personalmente negli Uffici dell'Accademia.

Il candidato è tenuto, pena la nullità della domanda, ad inviare all'Accademia, entro il predetto termine, una lettera di accettazione del responsabile delle ricerche, lettera nella quale sia espressa l'approvazione del programma proposto, sia per quanto riguarda il tema, sia per il periodo di tempo contemplato.

Il borsista si impegna a presentare all'Accademia, entro tre mesi dal termine del periodo di fruizione della borsa, una relazione sull'attività svolta, approvata dal responsabile della ricerca.

 

Art. 3. Commissioni giudicatrici

Le Commissioni giudicatrici sono nominate dalla Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali .

Ciascuna Commissione consta di tre Soci della rispettiva Sezione.

 

Art. 4. Conferimento delle borse

Le Commissioni di cui all'art. 3 vengono convocate per esaminare le domande regolarmente pervenute all'Accademia. Esse formulano un giudizio comparativo sui candidati e sui relativi programmi presentati e avanzano proposte di assegnazione delle borse.

Le conclusioni alle quali pervengono le singole Commissioni sono esaminate in una riunione plenaria delle Commissioni stesse.

Successivamente, le proposte definitive delle Commissioni sono sottoposte all'approvazione della Classe e poi alla delibera del Consiglio di Presidenza.

 

Roma, 31 luglio 2000