Tu sei qui

Documento sul Piano nazionale di ripresa e resilienza

DOCUMENTO SUL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA
COMMISSIONE SCUOLA DELL’ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI SULL’EMERGENZA COVID-19

1. La Commissione si esprime favorevolmente sulla parte del PNRR relativa alla Scuola, a partire dal potenziamento degli strumenti digitali: una direzione nella quale si inserisce perfettamente il progetto linceo SMILE, a suo tempo presentato al Ministro

2. Ritiene che il problema fondamentale della scuola italiana sia il persistere di gravi diseguaglianze territoriali e sociali, ulteriormente aggravate dall'emergenza sanitaria. Anche il pur apprezzabile investimento sugli ITS non deve limitarsi alle Regioni o alle aree a forte vocazione industriale, ma deve favorirne lo sviluppo di ogni settore produttivo sull’intero territorio nazionale nell’ambito degli obiettivi dell’European Green Deal. È altresì auspicabile un efficace coordinamento tra gli obiettivi di sviluppo ITS e le lauree professionalizzanti

3. Ritiene che una buona formazione umanistica, in tutti i corsi di studio, sia un requisito fondamentale, in particolare per quel che riguarda la padronanza dell'italiano e delle sue strategie argomentative, ed i livelli di apprendimento in tutte le discipline.

4. Ritiene che l’ampliamento delle competenze scientifiche e tecniche sia realizzabile mediante lo sviluppo di una nuova metodologia didattica, sia teorica sia sperimentale, contestualizzata all’analisi e alla soluzione di problemi reali, e finalizzata ad una concreta conoscenza del metodo e del linguaggio scientifico.

5. Ritiene che il sistema di orientamento nelle scuole secondarie, sia pur nelle prerogative dell'autonomia scolastica, necessiti di essere ulteriormente sviluppato mediante un'efficiente struttura organizzativa coordinata a livello nazionale.

6. Ritiene che, insieme all'investimento sui discenti, sia opportuno prevedere un adeguato impegno sulla formazione dei docenti, partendo dall’irrinunciabile requisito di una buona padronanza dei contenuti di base. Una formazione psico-pedagogica è certamente opportuna, specie per gli insegnanti della secondaria di primo grado, ma ancora più importanti sono i tirocini in classe dei docenti appena assunti o ancora da assumere sotto la guida di colleghi più esperti. Altresì l’Accademia Nazionale dei Lincei sarà lieta di mettere a disposizione le proprie competenze nella formazione degli insegnanti, acquisite in un lavoro pluridecennale svolto sul territorio nazionale, e riguardanti la metodologia scientifica e l’integrazione degli aspetti scientifici e umanistici del sapere.

7. Ritiene che negli investimenti in edilizia scolastica e infrastrutture tecnologiche sia opportuno prevedere tre componenti peculiari dei nuovi ambienti di apprendimento: sicurezza, sostenibilità e qualità della didattica.

10 giugno 2021

 

 

I pareri espressi dalle Commissioni Lincee rientrano nella loro autonoma responsabilità.

 

Scarica il pdf   

 

Autore: 
Commissione Scuola
Data: 
10/06/2021
Categoria: 
Lingua: 
IT