Tu sei qui

Bolognesi, Martino

Socio Soci Nazionali

Categoria: 
Cat. V Scienze Biologiche e applicazioni

Sezione: 
A: Biochimica e Biologia molecolare

Anno di nomina: 2012

Email: martino.bolognesi [@] unimi.it

Profilo

Data di nascita: 18/5/1951

Prof. ord. di Chimica Biologica nell'Università di Milano.
Martino Bolognesi graduated in Chemistry at the University of Pavia, where later he followed the Specialization School in Chemical Biology, starting his experience in X-ray protein crystallography. He spent PostDoc training at the University of Oregon, Institute of Molecular Biology (Eugene, Oregon, 1976/77), and at the Max Planck Institute for Biochemistry (Martinsried-Munich, Germany, 1981/82). His academic career was developed at the Universities of Pavia, Genova and Milano (the latter since 2005). Martino Bolognesi’s activity focusses on Structural Biology, the study of the three-dimensional structure of biological macromolecules, such as proteins and their complexes with natural ligands and drugs. This research activity, at the University of Milano, is based on X-ray diffraction, computational aspects, cryo-electron microscopy and biochemical-biophysical methods. He is author of about 500 peer reviewed papers (ca. 19,200 citations as of 08/2019; h-index 69).

Martino Bolognesi si è laureato in Chimica e ha seguito la Scuola di Specializzazione in Chimica Biologica presso l’Università di Pavia, dove ha iniziato la prima formazione in cristallografia di proteine. Si è formato nei periodi successivi presso l'Università dell’Oregon (Institute of Molecular Biology, Eugene, Oregon, 1976/77), poi presso il Max Planck Institute for Biochemistry, Martinsried-Monaco, Germania, 1981/82). Ha svolto la propria carriera accademica presso le università di Pavia, Genova, e dal 2005 presso l'Università Statale di Milano, Dipartimento di Bioscienze, dove è Professore Ordinario di Chimca Biologica. Martino Bolognesi si occupa di Biologia Strutturale, lo studio della struttura tridimensionale delle macromolecole biologiche, quali proteine e loro complessi con ligandi naturali o farmaci. L’attivita’ di ricerca, presso l’Università di Milano, si fonda su cristallografia a raggi X, aspetti computazionali, crio-microscopia elettronica e metodi biochimici-biofisici. E’ autore di circa 500 lavori pubblicati su riviste internazionali (ca. 19.200 citazioni al 08/2019; h-index 69).