Tu sei qui

Pontani, Filippomaria

Soci Corrispondenti

Categoria: 
III Critica dell'Arte e della Poesia


Anno di nomina: 2022

Email: f.pontani [@] libero.it

Profilo

Data di nascita:

Filippomaria Pontani studia la tradizione manoscritta e l'interpretazione dei testi greci in età antica, medievale e umanistica, e traduce poeti neogreci (da Kariotakis a Elitis a Vaghenàs). Si occupa dell'esegesi all'Odissea di Omero, della storia di grammatica, filologia, allegoria e retorica in età antica e medievale, di filologia bizantina, e del Nachleben di alcune figure mitiche. Ha scoperto nuovi frammenti di Ipponatte, "Simonide" e Callimaco, autografi di Mosè da Bergamo e di Francesco Petrarca, poesie di Giano Làskaris e Marco Musuro, un trattatello di Gemisto Pletone e un'ignota mappa bizantina. Ha edito le Questioni naturali di Plutarco e gli epigrammi greci di Angelo Poliziano, e con Stefan Weise ha curato un'antologia della versificazione in greco antico dal '400 a oggi. Ha studiato poeti come Pascoli, Kavafis, Ungaretti, Yourcenar, Brecht.
Insegna Filologia classica all'Università Ca' Foscari di Venezia dal 2006, dove è ordinario dal 2018. Si è formato all'Università e alla Scuola Normale Superiore di Pisa; dal 2001 è stato docente di ruolo nei licei. Ha tenuto corsi presso la Scuola Normale (2009, 2011), l'École Normale Supérieure di Parigi (2013) e Sorbonne Université (2019); è stato membro di gruppi di ricerca a Stoccolma e a Berlino, e ha tenuto conferenze o relazioni nelle principali università d'Europa.
Dal 2010 coordina insieme ad Alberto Camerotto la rassegna "Classici Contro", che impegna docenti e allievi di molti licei d'Italia nel far reagire le parole antiche con i temi del presente. Ha denunciato tra l'altro il declino della città di Venezia, il saccheggio dei Girolamini di Napoli (con Tomaso Montanari), e molti problemi dell'università italiana. Scrive d'arte e di politica sul Fatto quotidiano.

Curriculum

Bibliografia