Tu sei qui

Le Mostre

 
L'Accademia cura l’allestimento di molteplici mostre (puntualmente congiunte alla pubblicazione del catalogo), talora in collaborazione con enti e istituzioni di notevole prestigio, volte a valorizzare i propri materiali documentari. Le sedi espositiive sono la Biblioteca accademica e la Villa Farnesina.
 
A cominciare dal 2003 le celebrazioni per il quarto centenario dell’Accademia hanno promosso l’organizzazione di tre importanti iniziative espositive, una delle quali (I Lincei nell’Italia unita), di natura storico-documentaria, è stata inaugurata dal Presidente della Repubblica Ciampi; le altre due (Il trionfo sul tempo. Manoscritti illustrati dell’Accademia dei Lincei e La collezione del Principe. Da leonardo a Goya) hanno esposto rispettivamente il patrimonio manoscritto della Biblioteca e i disegni e le stampe di proprietà dell’Accademia e attualmente in deposito presso l’Istituto Centrale per la Grafica: da citare almeno, a questo riguardo, il codice miniato dei Trionfi di Petrarca e il prezioso studio di panneggio di Leonardo.

Nel 2008, sempre nell’ottica della divulgazione, la Biblioteca ha allestito la mostra sugli animali reali e fantastici, mostrando il lungo e articolato percorso della zoologia dalla classicità ai nostri giorni. L’anno successivo, in occasione dell’Anno Internazionale dell’Astronomia, la Biblioteca ha organizzato l’esposizione Favelleran di te sempre le stelle. Galileo, i primi Lincei e l’Astronomia, che grazie agli accordi con la Spagna nel 2010 è stata portata a Madrid, Valencia, Pamplona e La Coruña.

Nel 2011 la Biblioteca ha celebrato la figura di Quintino Sella con una esposizione (Quintino Sella Linceo) onorata dalla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il quale due anni più tardi ha inaugurato anche la mostra Verdi e Roma nell’ambito delle celebrazioni per il bicentenario della nascita del compositore.

Nel 2015, inoltre, il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha inaugurato la mostra dedicata al quinto centenario dell’editio princeps dell’Orlando furioso, mentre l’anno successivo la Biblioteca ha inaugurato la mostra I libri che hanno fatto l’Europa, che, al pari delle altre, ha fatto registrare un notevole afflusso di pubblico.

Infine, dal 2017, in occasione delle Letture corsiniane (conferenze che hanno luogo, quattro volte all’anno, la prima domenica del mese), la Biblioteca allestisce piccole mostre librarie che riflettono l’argomento oggetto della conferenza, sempre nell’ottica della fruibilità e della divulgazione.