Tu sei qui

Le proteste in Iran e i diritti umani. Dichiarazione dell'Accademia Nazionale dei Lincei

Il consiglio di Presidenza dell'Accademia Nazionale dei Lincei osserva da mesi con orrore l’inasprirsi della repressione nella Repubblica Islamica dell’Iran e la persecuzione che si è scatenata contro le donne, portatrici di istanze di libertà personale e politica: a questo si aggiungono ora le condanne a morte e le esecuzioni di manifestanti accusati per le loro idee e per la messa in discussione della violenza del regime.
Consapevole dell'impotenza di una comunità accademica che pure ha e vuole mantenere intatti i propri rapporti scientifici con tutte le studiose e gli studiosi del mondo, l'Accademia Nazionale dei Lincei desidera far pervenire a chi lotta, a chi soffre, la propria vicinanza e solidarietà e consegna questo suo messaggio a S. E. l’Ambasciatore dell’Iran a Roma, perché trasferisca al proprio Governo la nostra protesta.

 

Data: 
19/12/2022
Categoria: 
Lingua: 
IT