Tu sei qui

Scomparso Richard Lerner - socio straniero dell'Accademia dei Lincei

Date: 
02/12/2021

Richard Lerner, Socio Straniero della Categoria quinta  della Classe di Scienze Fisiche, Matematiche  e Naturali, è morto a San Diego (USA) Giovedì 2 Dicembre u.s..  Con lui scompare uno dei massimi leaders del campo dell’Immunologia. Era nato a Chicago nel 1938 e si era laureato in Medicina all’Università di Stanford. Sin dagli anni universitari aveva sviluppato un forte interesse per la chimica, che avrebbe sempre caratterizzato il  suo lavoro nell’immunologia, il campo di ricerca al quale aveva deciso di dedicarsi. Le sue prime scoperte di grande impatto in chimica, biologia, e medicina risalgono al 1986: sono gli anticorpi catalitici che consentono  di catalizzare  reazioni impossibili  con le metodiche classiche.  Il lavoro sugli anticorpi catalitici ha portato Lerner, in collaborazione con Greg Winter, a sviluppare le librerie combinatorie anticorpali:  da queste, sviluppando un’idea  sorta nel 1992 dalla collaborazione con Sidney Brenner, Lerner è passato  dagli anticorpi alle molecole organiche in generale, nelle quali, nella sintesi  di  grandi librerie di molecole organiche, ogni molecola porta la sua “storia” nella forma di un frammento di DNA aggiunto ad ogni tappa della sintesi. Queste “DNA-encoded chemical libraries”  stanno rivoluzionando la sintesi organica , e stanno avendo un impatto enorme nella ricerca  di nuovi farmaci. Il lavoro di Lerner ha avuto grande impatto anche in altri campi dell’immunologia, ad es. nell’uso degli anticorpi come “agonisti” che trasformano cellule staminali umane in cellule differenziate di vario tipo. E a Lerner dobbiamo il farmaco anticorpale umano HUMIRA- che è il farmaco più prescritto in assoluto- per il trattamento dell’artrite reumatoide e di altre malattie autoimmuni.

Lerner è stato anche  un manager scientifico di primissima grandezza: sotto la sua Presidenza lo Scripps Research Institute di La Jolla (Usa) è divenuto uno dei massimi Centri Internazionali di ricerca nelle Bioscienze. Ha ricevuto numerosi Premi  Internazionali di grande prestigio, quali il Premio Wolf per la Chimica,  e numerose Laureev ad Honorem, tra le quali quelle dell’ Università di Oxford e del Karolinska Institute.

Categoria: 
soci